Lunedì 11 Dicembre 2017
NOTIZIE

MAFIA, OPERAZIONE CONTRO IL CLAN SAN LORENZO RESUTTANA, PATRIZIA DI DIO (CONFCOMMERCIO PALERMO) LANCIA UN APPELLO: “LA DENUNCIA E` LA SOLA STRADA PER USCIRE DAL GIOCO MAFIOSO, GRATI A ISTITUZIONI, MAGISTRATURA E FORZE DELL`ORDINE, PRESENZA DELLO STATO DECISIVA E TANGIBILE”

05/12/2017

«L'operazione dei carabinieri contro il clan di San Lorenzo Resuttana a Palermo fa emergere quanto ancora sia viva la mafia che impone il »pizzo« ai commercianti e quanta strada ancora si debba fare per abbattere il muro del silenzio». Lo afferma in una nota la presidente di Confcommercio Palermo Patrizia Di Dio che aggiunge: «Sappiamo che le istituzioni, la magistratura e le forze dell'ordine sono dalla nostra parte, quindi lancio un appello a tutto il tessuto imprenditoriale e commerciale della città affinché una volta per tutte si possa alzare la testa e sconfiggere quella paura che spesso frena le denunce - aggiunge Di Dio -. Siamo profondamente grati alle forze dell'ordine per il lavoro che hanno portato e che portano avanti nella lotta alla mafia, ma serve assolutamente anche il contributo dei cittadini affinché si possa abbattere definitivamente il giogo mafioso che impedisce a molti di vivere da uomini e donne liberi. Quanto accaduto - prosegue Di Dio - è il segno ancora una volta tangibile della presenza decisiva dello Stato e delle Forze dell'Ordine e ci deve far ben sperare che un futuro «normale» sia finalmente possibile, che la denuncia sia la risposta immediata ad un ricatto subito e che gli imprenditori, con la loro condotta collaborativa, «anticipino» le indagini recandosi spontaneamente dalle Forze dell'Ordine, le uniche che possano realmente garantire tutela, sicurezza, libertà e giustizia. Ciò che immaginiamo per la nostra terra - afferma Patrizia Di Dio - è che la denuncia non costituisca più «un atto di coraggio» ma che sia allo stesso tempo e in perfetta simmetria, diritto e dovere di ciascuno. Soltanto un'azione decisa e corale ci può liberare dal »pizzo« e dalla prepotenza della criminalità organizzata. Sono fermamente convinta - prosegue la presidente di Confcommercio Palermo Patrizia Di Dio - che, attraverso la diffusione della cultura della legalità e dell'etica a cui tutti siamo chiamati a dare un contributo, si possa finalmente avviare «un nuovo corso» per la nostra terra. E' importante «stare insieme», tanto lo Stato e le Forze dell'Ordine quanto le Associazioni di categoria e tutti i cittadini per bene che chiedono sicurezza come prerequisito per le politiche di sviluppo e per la crescita economica. Come Confcommercio Palermo - conclude Patrizia Di Dio - ribadiamo che ci costituiremo parte civile in tutti i processi che vedono alla sbarra i criminali che impongono le estorsioni e che quindi tanto danno comportano non solo ai singoli taglieggiati, ma anche allo sviluppo del nostro territorio».

   Seguici su Facebook