NOTA STAMPA - Marketplace on line: Quale garanzia sulla veridicità dei prodotti e sulla salute dei cittadini??

NOTA STAMPA - MARKETPLACE ON LINE: QUALE GARANZIA SULLA VERIDICITÀ DEI PRODOTTI E SULLA SALUTE DEI CITTADINI??

Concorrenza sleale, contraffazione e abusivismo commerciale sono temi prioritari per le imprese commerciali siciliane. L`abitudine è associare questo fenomeno alla vendita per strada, per lo più effettuata da cittadini extracomunitari, invece si sta rapidamente sviluppando in un fenomeno trasversale legato al web, all`uso dei social network e la vendita a distanza. Un sistema purtroppo difficilmente monitorabile ma che necessità di maggiore attenzione da parte delle autorità preposte.

Città darte, proroga di sei mesi -

CITTÀ DARTE, PROROGA DI SEI MESI -

Palermo, 29 settembre 2011 - Nei prossimi sei mesi nelle città d`arte siciliane i negozi saranno liberi di aprire anche la domenica. E quanto emerso questa mattina a Palermo nel corso di una riunione dell`Osservatorio regionale sul commercio, convocata dall`assessore alle Attività produttive, Marco Venturi. Alle associazioni dei commercianti e ai sindacati Venturi ha dato l`»ok» alla proroga per un semestre. Su proposta di Confcommercio Sicilia era stata avanzata l`istanza di un`altra proroga, al fine di evitare il caos normativo, in attesa della definizione dell`iter della nuova legge sul commercio.

17 Marzo 2011 in Sicilia apertura facoltativa dei negozi

17 MARZO 2011 IN SICILIA APERTURA FACOLTATIVA DEI NEGOZI

Il decreto assessoriale 113 del 11 marzo 2011 stabilisce per la festività straordinaria del 17 marzo 2011 (festa dell'unità d'Italia) tutti i comuni della Regione Siciliana sono considerato come ad economia prevalentemente turistica per cui in tale data è facoltativa l'apertura degli esercizi commerciali in tutto il territorio della Regione. Gli impianti di carburante rispetteranno per tale data i turni stabiliti dalle Camere di Commercio.

Città d'arte: scaduti i termini, attesa la proroga

CITTÀ D'ARTE: SCADUTI I TERMINI, ATTESA LA PROROGA

Sono scaduti i termini per la presentazione delle istanze per il riconoscimento dei Comuni quali città d'arte o ad economia prevalentemente turistica. L'Assessore regionale al Commercio, Roberto Di Mauro, a seguito della richiesta di Confcommercio, dovrebbe concedere una proroga di sei mesi. Intanto per i Comuni che non hanno fatto in tempo, cresce l'attesa.

top