Mercoledì 22 Novembre 2017
NOTIZIE

Corsi di formazione per evitare licenziamenti

Potranno essere i corsi di formazione a salvare quindimila posti di lavoro a rischio. E` questa una delle misure temporanee e urgenti per fronteggiare la crisi del settore, che è stata proposta alla Regione Siciliana da Confcommercio Sicilia e su cui già la settimana scorsa c'e' stata un'audizione in Commissione Bilancio all`Ars.

Palermo, 23/02/2009

Corsi di formazione per salvare quindicimila posti di lavoro nel commercio. E` questa una delle misure temporanee e urgenti per fronteggiare la crisi del settore, che è stata proposta alla Regione Siciliana da Confcommercio e su cui già la settimana scorsa c'e' stata un'audizione in Commissione Bilancio all`Ars. Le proposte sugli ammortizzatori sociali per i lavoratori delle imprese del commercio e dei servizi, nei prossimi giorni, saranno al centro di un confronto tra Confcommercio regionale e i vertici sindacali dell'Isola, che hanno manifestato la più ampia disponibilità. Confcommercio denuncia che non c'e' altro tempo da perdere: datori di lavoro e dipendenti rischiano di trovarsi in ginocchio, anche perché non possono usufruire degli aiuti per il trattamento della cassa integrazione, come avviene per l'Industria. Il presidente di Confcommercio Sicilia, Pietro Agen ha sottolineato che «è necessario il ricorso agli ammortizzatori sociali o il commercio in Sicilia sarà al collasso. Già in ogni provincia si contano da qualche mese fallimenti e chiusure di negozi e il dato negativo è in continua progressione, come conferma l'indagine congiunturale sul commercio condotta da Unioncamere». «L`allarme occupazionale - ha concluso Agen - è un tema di portata internazionale, e in Sicilia, dove insistono soprattutto piccole e medie imprese, la situazione e' ancora più drammatica: l'intero sistema produttivo è in difficoltà e per i lavoratori ormai non c'e' più alcuna certezza».

   Seguici su Facebook