Sottoscritto il Protocollo di Rigenerazione urbana tra il Comune di Enna e Confcommercio Enna

Questo pomeriggio, presso la sede di Confcommercio Imprese per l`Italia della provincia di Enna il Sindaco della Città di Enna Maurizio Dipietro e il Presidente provinciale di Confcommercio Enna Maurizio Prestifilippo hanno presentato alla stampa il protocollo d`intesa territoriale sottoscritto in materia di “Rigenerazione urbana”.

Enna, 05/08/2019

Questo pomeriggio, presso la sede di Confcommercio Imprese per l'Italia della provincia di Enna il Sindaco della Città di Enna Maurizio Dipietro e il Presidente provinciale di Confcommercio Enna Maurizio Prestifilippo hanno presentato alla stampa il protocollo d'intesa territoriale sottoscritto in materia di «Rigenerazione urbana».

Il protocollo, di durata triennale, condivide i contenuti del Protocollo già sottoscritto nei giorni scorsi tra i Presidenti di Confcommercio-Imprese per l'Italia e ANCI-Associazione Nazionale Comuni Italiani e si prefigge lo scopo di utilizzare lo strumento della rigenerazione urbana come leva del rilancio socio-economico della Città di Enna, mettendo a frutto le necessarie sinergie per coinvolgere gli attori locali, amministratori e imprese, nelle trasformazioni urbane per migliorare il benessere dei cittadini e rafforzare il tessuto imprenditoriale.

Occorre sostenere una nuova stagione di politiche urbane per riportare qualità e vivibilità a Enna attraverso azioni volte a promuovere l'attenzione verso i sistemi commerciali urbani negli strumenti urbanistici e nelle norme locali, anche prevedendo misure di fiscalità di vantaggio.

Grande soddisfazione per la sottoscrizione dell'accordo è stata espressa dal Sindaco Dipietro e dal Presidente Prestifilippo: «Occorre invertire la tendenza della desertificazione delle attività commerciali nel centro storico di Enna - sostiene il Presidente di Confcommercio Enna Maurizio Prestifilippo - attraverso specifici interventi di riqualificazione urbana. Questo protocollo potrà aiutarci a trovare soluzioni condivise e trovare le risorse necessarie per rafforzare il tessuto economico della Città».

top